Accedi al contenuto della pagina Accedi all'albero di navigazione del sito

Orchestra Spira Mirabilis in Čajkovskij, Sinfonia n.1, Sogno d'inverno.

Orchestra Spira Mirabilis in Čajkovskij, Sinfonia n.1, Sogno d'inverno.
Orchestra Spira Mirabilis in Čajkovskij, Sinfonia n.1, Sogno d'inverno.
Sabato 23 Novembre 2019 ore 21.00 Palazzurro, Polo Scolastico di Via Focherini, San Possidonio

'Non è la prima volta che con la Spira Mirabilis ci addentriamo nel regno delle fiabe: alcuni anni fa era stato Maurice Ravel a introdurci, con la sua musica, ai personaggi di Charles Perrault tratti dai racconti di Ma mère l'Oye, Mamma l'Oca. Nel balletto di Ravel le fiabe erano accompagnate minuziosamente da una musica a tratti quasi didascalica, una musica che non solo descriveva, ma spesso si trasformava nei vari personaggi. Oggi ci approcciamo, per la prima volta, ad un compositore universalmente riconosciuto come tra i più fiabeschi, quel Petr Ilic Tchaikovsky la cui musica è di famiglia fin dall'infanzia per tanti di noi, ma che mai avevamo osato affrontare con la Spira. E sebbene non si tratti di un balletto, e non si incontrino belle addormentate, re dei topi o fanciulle trasformate in cigni, la Prima Sinfonia, composta di notte in preda ad un'allucinata tensione nervosa, è fiabesca fin dal titolo, Sogni d'inverno. Ma l'atmosfera fredda e malinconica che attraversa l'intera composizione (soprattutto nel meraviglioso Adagio, con quel tema dell'oboe iniziale) e che si trova in più di un'occasione affiancata da valzer e da allegri temi popolari russi, ci lascia smarriti: dove ci sta portando questo "viaggio d'inverno", qual è la "terra desolata" a cui approdiamo? Oggi la fiaba di Tchaikovsky è incompiuta, la nevrosi e l'infelicità del giovane compositore russo iniziano a trapelare e, a salvarci, rimane solo la bellezza assoluta di questa musica sognante.'

Spira Mirabilis

In collaborazione con la Fondazione Scuola di Musica Carlo & Guglielmo Andreoli

Ingresso gratuito su prenotazione a:

Ufficio Cultura, Rossella Pavone 0535417924

Assessore alla Cultura, Roberta Bulgarelli 3406643676