Salta al contenuto

Contenuto

Chi deve provvedere alla manutenzione:

  • II proprietario del terreno al confine con le strade comunali e vicine all'intero territorio comunale;
  • Chi ha un contratto di usufrutto o conduzione di aree e terreni (destinati a qualsiasi uso) al confine con le strade comunali e vicine all'intero territorio comunale;

Quali sono gli obblighi:

  • spurgo delle condotte di cemento sotto i ponticelli e dei fossi tombinati in corrispondenza di tutti gli accessi carrai privati evitando ristagni, maleodoranze ed allagamenti delle aree circostanti;
  • mantenere in buono stato di conservazione le sponde dei fossi laterali alle strade in modo da impedire fenomeni di franamento del terreno;
  • espurgo e pulizia dei canali derivatori, dei fossi e delle cunette fino a raggiungere la quota della platea dei manufatti esistenti per ripristinare le corrette quote di deflusso delle acque;
  • sfalcio meccanico della vegetazione nelle sponde dei fossi, cavi e canali di scolo e/o di irrigazione privati interpoderali, adiacenti le strade comunali e le aree pubbliche, al fine di garantire il libero e completo deflusso delle acque ed impedire che la crescita della vegetazione ostacoli la visibilità e percorribilità delle strade.
  • potatura e taglio dei rami, delle piante e delle siepi che possono ostacolare il deflusso idraulico dei corsi d’acqua di natura privata;
  • lasciare libera, lungo i fossi, i cavi e i canali preposti all’approvvigionamento di acque pubbliche, su entrambi i lati, una fascia sufficiente per l’esercizio della servitù di espurgo o per l’esecuzione di eventuali lavori di manutenzione;
  • riparazione di manufatti idraulici di derivazione irrigua e di scolo delle acque;
  • rimozione e trasporto a rifiuto dei materiali di risulta e/o di espurgo tenendo presente che è vietata l’eliminazione della vegetazione mediante incendio e l’uso di diserbanti chimici.

Le operazioni di manutenzione sopraindicate devono comunque essere effettuate almeno due volte all’anno, rispettando le seguenti scadenze: PER IL PERIODO PRIMAVERILE ENTRO IL 1 MAGGIO (ESCLUSE LE AREE RETE NATURA 2000 – S.I.C. E Z.P.S. CHE RISPONDONO A SPECIFICHE NORMATIVE) E PER IL PERIODO AUTUNNALE ENTRO IL 30 SETTEMBRE.

Allegati

A cura di

Questa pagina è gestita da

Comunicazione politica ed istituzionale, gestione gemellaggi

Piazza Andreoli 1

41039 San Possidonio

Ultimo aggiornamento: 12-04-2024, 12:04